martedì 1 novembre 2011

in attesa....

La meta del nostro viaggio sarà il deserto.
Questo era chiaro... si, ma quale deserto?
Di deserto in Africa c'è uno immenso, il Sahara, le cui porte di accesso sono innumerevoli.
Il "nostro" deserto è quello che dalle spalle di Douz parte e si estende per centinaia di km verso sud e prende il nome di Grande Erg Orientale, l'ingresso tunisino alla nostra piccola avventura.
Dopo gli sconvolgimenti e le rivolte dei mesi scorsi in tutto l'area africana che si affaccia sul mediterraneo la situazione è ancora instabile, la Tunisia in particolare vive un momento molto delicato.
Le elezioni di domenica scorsa hanno dato segnali molto importanti in termini di partecipazione popolare ed entusiasmo per il nuovo corso democratico. Ma ancora non basta.
Il fuoco delle rivolte sembra che covi sotto la cenere della normalità, bisognerà pazientare ancora per programmare in modo definitivo tutto il percorso e le tappe.
Nel frattempo continuiamo a documentarci, a disegnare mappe, a calcolare tempi e a sognare le dune col nulla intorno.
L'obiettivo è molto ambizioso, la distanza da percorrere non è poca e la situazione generale non è quella auspicabile, ma siamo fiduciosi e determinati.
Appoggeremo le nostre ruote sulla sabbia del Sahara, non ci sono dubbi...


Gianni

1 commento:

pointbreakrock ha detto...

Fantastico ragazzi, io sono sintonizzato ;-)

Trevor